Articoli

Dettagli

La quercia, l'albero di Goethe

Laura Benatti

Como 25 agosto 2016.
Intorno alla quercia dove J.W. Goethe (1749/1832) amava recarsi per comporre le sue opere è stato edificato il campo di sterminio di Buchenwald.
Tale luogo di orrore venne costruito nel 1937 dalle SS in seguito alla distruzione di più di cento ettari di fitto e verdeggiante bosco, che il grande poeta amava moltissimo ma, in particolare, di cui adorava un'antichissima quercia presso la quale aveva trovato in più occasioni non solo ispirazione, ma anche, per un'anima così vibrante, sollievo dalle numerose sofferenze d'amore.

Ora, in tale scempio, la crudeltà umana per un attimo brevissimo piegò il capo in segno di rispetto  difronte alla genialità dell'artista e risparmiò questo albero, costruendovi intorno il noto luogo di terrore.

Morto nella città di Weimar, Goethe ottenne dalla comunità del posto il privilegio che tale albero fosse per sempre legato al suo nome e, per questo, ricordato nei secoli come "la quercia di Goethe".

Weimar da lungo tempo fino ad oggi si è mostrata sensibile all'arte, sappiamo che essa fu nel XVIII e nel XIX secolo uno dei maggiori centri della cultura tedesca: vi soggiornarono, infatti, grandi personalità come Bach, Liszt, Wagner, Schiller, Nietzsche. Ancora oggi è nota come illustre sede in tutto il mondo della "Hochschule für Musik Franz Liszt".

Ma la quercia rappresentò un luogo di rifugio e di riflessione anche per un altro grande della letteratura: il poeta e drammaturgo italiano Torquato Tasso (1544/1595).
Si tratta della famosa quercia del Gianicolo a Roma che il poeta Giacomo. Leopardi visitò e sotto la quale pianse ricordando il Tasso che nell'ultimo mese di vita si recava proprio sotto quella pianta per, come diceva lui, "cominciare la sua conversazione in cielo...".

Ma per quale motivo la quercia ispirò poeti, rappresentò sentimenti religiosi in epoche così distanti fra loro?
Probabilmente per il senso di sicurezza che scaturisce da questa creatura  che sembra accogliere sotto la sua grande ombra chi le si affida, come una madre che protegge tra le braccia i figli che a lei si rivolgono. Anche sotto il profilo linguistico abbiamo conferma di ciò: in latino "quercia“ è  "robur". Il termine è legato a "roboris" il genitivo singolare delsostantivo "vis", che in latino significa appunto "forza".

La quercia rappresentò anche nel mondo classico l'icona della forza e del vigore fisico e morale per l'imponenza del suo tronco e per la bellezza delle sue fronde.

Sappiamo che a Roma con le foglie di quercia si intrecciavano le corone "civiche" da porre sul capo di cittadini particolarmente valorosi che avevano profuso tutte le loro energie e il loro coraggio in difesa della patria. Nella mitologia romana le querce rappresentano l'abitazione di Ninfe, le Driadi e le Amadriadi (in greco antico "quercia" è "drys"). Le Driadi avevano il privilegio di potere scappare dall'albero prima che cadesse a terra abbattuto, le Amadriadi morivano insieme a lui senza mai abbandonarlo (in greco antico "ama" . introduce il complemento di compagnia/unione)

Anche per i Galli Cisalpini la quercia era da considerarsi una pianta sacra perché ritenevano che fosse abitata al suo interno da divinità e per questo costruirono navi e scudi con legno di quercia. Inoltre il vischio che germoglia sulle querce produce delle bacche che secondo i sacerdoti dei Galli, i Druidi, sono  segno di fertilità.

Dettagli

L’associazione Pro Europa Una all’Europatag

(Comunicato stampa - Pro Europa Una e.V.)

Monaco, 8 maggio 2015.
Tanta gente alla giornata dedicata all’Europa (Europatag) lo scorso 8 maggio a Monaco di Baviera: evento organizzato dall’associazione Europa-Union Bayern e dal ParlamentoEuropeo. All’evento ha partecipato anche il comitato culturale Pro Europa Una e.V. con il suo presidente Andrea Masciavé, il maestro d’arte Antonio Cigna e, naturalmente, diversi membri dell’associazione.

Si ringraziano tutte le persone che ieri hanno visitato lo stand informativo della Pro Europa Una e.V. (eravamo insieme con Europa-Union Baviera e Parlamento Europeo).

Leggi tutto: L’associazione Pro Europa Una all’Europatag

Dettagli

minelli: www.minelli.de

Musica inaudita: www.musicainaudita.eu

Dettagli

Erri De Luca, lo scrittore e l’uomo

Si è tenuto il 13 novembre scorso a Monaco di Baviera un incontro con lo scrittore napoletano Erri De Luca che ha presentato il suo ultimo libro "I pesci non chiudono gli occhi"

Pasquale Episcopo

Monaco, 14 novembre.
Vedi Napoli e poi muori. Ovvero: Napoli è talmente bella che niente al mondo la può superare. Pertanto, dopo averla visitata si può serenamente morire, certi di aver visto la cosa più bella cosa del mondo.

Col titolo “Oh mia bella Napoli - una serata con Erri De Luca” il Literaturhaus di Monaco ha reso omaggio, ieri 13 novembre, allo scrittore napoletano, molto famoso in Italia, da alcuni anni apprezzato e amato anche dal pubblico tedesco. Durante la serata, Napoli e il suo golfo sono stati al centro di ricordi, riflessioni e racconti dello scrittore che ha risposto alle domande della moderatrice, la giornalista Maike Albath. Sul podio l’attore Thomas Loibl ha letto impeccabilmente alcuni brani tratti da “Fische schließen nie die Augen - I pesci non chiudono gli occhi” del 2011.

Leggi tutto: Incontro con Erri De Luca.

Dettagli

Risultati del quiz
RI-CONOSCI L'AQUILA

Le risposte esatte:

1) La fondazione della città fu voluta da: Federico II di Svevia.

2) Nel 1272 l’architetto Tancredi da Pentima edificò: La Fontana delle 99 cannelle.

3) Il Forte Spagnolo fu costruito nel Cinquecento: Per reprimere i moti di rivolta degli aquilani.


Il nome della fortunata vincitrice, alla quale verrà spedito un esemplare del CD “Punto Di Vista 99”,  13 brani del Gruppo Vocale e Strumentale “Concentus Serafino Aquilano” diretto dal Maestro Manlio Fabrizi, è:

Camilla Tucci-Fritsch


Ringraziamo tutti i lettori che hanno partecipato al nostro quiz e li invitiamo alle prossime edizioni!

La redazione

 




Dettagli

*

DIG

wünscht Ihnen

"Buon Anno e Buona Fortuna"

{youtube}pplaS0YaNuk{/youtube}

Dettagli

RISULTATI DEL QUIZ DI GIANNA NANNINI

La risposta esatta:

Quale mestiere esercitava Guido Nannini, nonno di Gianna, all'inizio della sua attività professionale?
Risposta: Il pasticciere.


I nomi dei due fortunati vincitori, a ognuno dei quali verrà spedito un esemplare del nuovissimo CD di Gianna Nannini "IO E TE", sono:

Daniela Dente

e

Giusy D'Angelo


Ringraziamo tutti i lettori che hanno partecipato al nostro quiz e li invitiamo alle prossime edizioni!

La redazione

 


I premi sono stati offerti dall'agenzia Lars Berndt EVENTS GmbH.



Dettagli

q

ERGEBNIS DES
"Quiz d'italiano"


Die glücklichen Gewinner, die ein Gutschein für ein Hör- und -Sprechtraining INTENSIV am Samstag (5 UE mit Cappuccino-Pause, Mittelstufe und Fortgeschrittene) bei Studio Italiano in München gewonnen haben, sind

Serena Chillemi
und
Elisa Canossa

Herzlicher Glückwunsch!!!

q

Hier die richtigen Antworte:

1) Ciao, come va?  Bene, e a te?

2) Quando intraprese il Poeta il suo famoso viaggio nel Regno degli Inferi? Dopo aver compiuto il trentacinquesimo compleanno.

3) L'abito non fa il monaco. Cosa significa questo proverbio? Certe volte l'apparenza inganna

4) Marco e Anna: Si sono incontrati al bar

5) L'allocco è un uccello. Si dice che è un allocco di uomo: che è tanto ingenuo e credulone da rasentare la stupidità

6) In bocca al lupo! Cosa si risponde? ...che crepi il lupo!


----


Ringraziamo tutti i lettori che hanno partecipato al nostro quiz e li invitiamo alle prossime edizioni!

La redazione

 

Dettagli

RISULTATI DEL QUIZ DI UMBERTO TOZZI

La risposta esatta:

Com'è l'amore secondo Umberto Tozzi? Una farfalla che muore sbattendo le ali.

I nomi dei tre fortunati vincitori, a ognuno dei quali vengono aggiudicati due biglietti per il concerto di Umberto Tozzi a Monaco il cinque luglio, sono:

Michele Barretta

Antonio Bosi

Barbara Vitali


Ringraziamo tutti i lettori che hanno partecipato al nostro quiz e li invitiamo alle prossime edizioni!

La redazione


 


I premi sono stati offerti dall'agenzia Musikerlebnis.de


Dettagli

Die Deutch-Italienische Gesellschaft hat einen neuen Vorstand gewählt:


1. Vorsitzender: Guido Lorenz
Schatzmeisterin:
Sonja Thiele
Schriftführer: Günter Trieb
Beiräte Gisela Andre
Bruno Diazzi
Heiner Schütz

 

Dettagli

CONSOLATO GENERALE D’ITALIA

MONACO DI BAVIERA


REFERENDUM

giugno 2011

I cittadini italiani residenti all’estero e alcune categorie di connazionali temporaneamente all’estero, come i militari, gli appartenenti a forze di polizia in missione internazionale, i dipendenti di amministrazioni pubbliche, i professori universitari ed i loro familiari conviventi, possono votare per i referendum abrogativi del 12 e 13 giugno prossimo.

Il voto per i referendum dei cittadini residenti ed iscritti all’AIRE si esprime esclusivamente per corrispondenza, a meno che non sia stato esercitato il diritto di opzione che consente di votare in Italia (il termine per l’esercizio del diritto di opzione è scaduto il 14 aprile).

 

Gli elettori residenti e temporanei all’estero riceveranno a domicilio, da parte del Consolato, il plico elettorale contenente le schede e le istruzioni sulle modalità di voto. Chi non ricevesse il plico elettorale entro il 29 maggio, potrà verificare presso l’Ufficio elettorale del Consolato la sua posizione.

Chi si trovi temporaneamente all’estero e non rientri nelle categorie indicate può votare per i referendum solamente recandosi in Italia per esprimere il voto presso le sezioni istituite nel proprio Comune.

Concluse le operazioni, le schede votate dagli italiani residenti all’estero che perverranno al Consolato entro le ore 16,00 del 9 giugno 2011 saranno trasmesse in Italia, dove avrà luogo lo scrutinio a cura dell’Ufficio centrale per la Circoscrizione Estero istituito presso la Corte di Appello di Roma.

Si rinvia alla sezione del sito del Consolato (http://www.consmonacodibaviera.esteri.it): “Referendum abrogativi 12 e 13 giugno 2011”.

Dettagli

q

ERGEBNIS DES GASTRONOMISCHEN QUIZ
"La cucina d'inganno"


Der glückliche Gewinner, der das Jahresabonnement an La cucina Italiana  gewonnen hat, ist

Dieter Bauer

Herzlicher Glückwunsch!!!

q

Hier die richtigen Antworte:

Malfatti: unregelmäßig geformte Nocken mit Spinat und Ricotta

Chiacchiere: Nonnenfürzchen UND nette Unterhaltung *)

Porcino: Steinpilz

Strangolapreti: Tridentiner Spinatknödel

Maltagliati: Nudelflecke

*) Die Frage hat Verwirrung gestiftet, weil sie nicht eindeutig gestellt war. Sowohl “Nonnenfürzchen” für das Faschingsgebäck ist richtig und natürlich ist die direkte Bedeutung “Unterhaltung” auch richtig. Deshalb landen beide Antworten in der Lostrommel und der Autor entschuldigt sich für die Verwirrung, die er angestiftet hat. Die Bezeichnung “chiacchiere” scheint hauptsächlich im Süden geläufig zu sein, aber insgesamt scheint es für diese Art Faschingsgebäck so viele lokale Bezeichnungen zu geben wie es in Italien alte Provinzen gegeben hat. (E.Haase)

:

----


Ringraziamo tutti i lettori che hanno partecipato al nostro quiz e li invitiamo alle prossime edizioni!

La redazione

 

Dettagli

Die Beiträge zum Schulwettbewerb: Freundschaft ohne Grenzen


Beitrag des Italienisch-Leistungskurses

am Ostendorfer-Gymnasium Neumarkt

http://www.stollberger.de/DIG-Wettbewerb_Ostendorfer_Neumarkt.sw.htm





Beitrag des "Liceo Ginnasio "Francesco Petrarca",
Trieste

(Teresa Ye und Monica Posar)

{vimeo}16304774{/vimeo}


Beitrag des "Liceo Ginnasio "Francesco Petrarca", 
Trieste

(Martina und Stefania}

{youtube}
kOMk7E3SKlI{/youtube}


Dettagli

1 maggio 2011 - I biglietti sono già stati aggiudicati!

Vinci due biglietti - uno per te ed uno per il tuo accompagnatore /accompagnatrice -
per il concerto di Zucchero a Monaco il 21 maggio 2011

Come?

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Qual'é il vero nome di Zucchero?


sponsored by

Dettagli

Si interviene quando, dopo aver ascoltato, si sente la necessità di parlare. Intervenire, cioè partecipare attivamente, invece di chiudersi in un ghetto o in una torre d’avorio. INTER VENTI anche come – italiani e tedeschi - sospesi tra i venti che spingono ora verso sud, ora verso nord. Sono proprio coloro che si trovano in questa situazione di andirivieni fisico o mentale ad avere tutte le carte in regola per diventare una risorsa, uno strumento vivace, diretto e quindi efficace per un produttivo interscambio culturale, sociale ed anche economico tra Italia e Germania.

Noi amiamo questi venti che ci hanno arricchito di culture diverse.

Altri venti, invece, ci fanno paura. Sono i venti che diffondono parole belle, come pace, sicurezza, difesa, democrazia dando, però, loro contenuti ben diversi. Se ne servono per imporre la logica assurda secondo la quale il terrorismo si combatte fecondando con ancora più odi e più miseria quel terreno da cui esso ricava la sua manovalanza disperata. La logica per cui civiltà, progresso, sicurezza possano scaturire dal lutto, dalla distruzione, dal saccheggio di risorse, dall’inquinamento dell’ambiente. Queste sono logiche che noi della “Vecchia Europa” difficilmente possiamo seguire.

L’esperienza che ognuno di noi - soprattutto noi che viviamo all’estero - ha dietro di sé ci ha insegnato che il contatto, il dialogo, il confronto e la comprensione tra realtà ed idee diverse fanno crescere l’individuo, la società, la cultura, l’economia.


Editoriale del primo numero di INTERVenti (Febbraio 2003)

Dettagli

Chi siamo

INTERVenti - DEUTSCH-ITALIENISCHE SZENE IN BAYERN (scena italo-tedesca in Baviera)  è un periodico redatto a Monaco di Baviera da un gruppo di italiani interessati a valorizzare e promuovere la cultura italiana "emigrata" in Baviera nonché a curare e mantenere la propria lingua.

INTERVenti è stato fondato nel 2003 dall'interprete e traduttrice triestina nonché editore delle Pagine Italiane in Baviera Egle Maguolo-Wenzel e dal medico psichiatra viterbese Gianni Minelli, entrambi con la passione del giornalismo. Egle aveva raccolto una certa esperienza nel settore per avere pubblicato e diretto per dieci anni la redazione di "rinascita flash", bimestrale legato all'associazione monacense Rinascita e.V., alla cui redazione aveva partecipato dal 1997 anche Gianni.

Verso la fine del 2002 i nostri decisero assieme di pubblicare una nuova rivista indipendente, che si rivolgesse agli italiani residenti a Monaco di Baviera ma anche ai tedeschi italofili e italofoni, presentando contenuti soprattutto culturali, sociali e di costume. Gli articoli sono stati scritti per lo più in italiano e corredati da un'introduzione nell'altra lingua.

Il primo numero di INTERVenti è stato pubblicato nel febbraio 2003. Da qui se ne può scaricare il pdf e cliccando sulla copertina qui a lato leggere il primo editoriale. La proposta del nome della rivista fu fatta da Daniela Pasculli-Schmidt, che appare nella copertina del primo numero con il costume della maschera Pantalone. Il nome desidera richiamare gli "interventi" - artistici, culturali, professionali... - degli italiani in Baviera ed allo stesso tempo, come scritto sul primo editoriale: "INTER VENTI anche come – italiani e tedeschi - sospesi tra i venti che spingono ora verso sud, ora verso nord. Sono proprio coloro che si trovano in questa situazione di andirivieni fisico o mentale ad avere tutte le carte in regola per diventare una risorsa, uno strumento vivace, diretto e quindi efficace per un produttivo interscambio culturale, sociale ed anche economico tra Italia e Germania. Noi amiamo questi venti che ci hanno arricchito di culture diverse."

Al primo numero ne seguirono fino a dicembre 2010 altri trenta, con una frequenza di pubblicazione trimestrale. Dalle 28 pagine a due colori delle prime edizioni abbiamo potuto ampliare il numero delle pagine fino a 68 in parte in quadricromia. L'archivio delle edizioni cartacee in pdf è scaricabile da parte degli user che si sono registrati (vedi punto-menù "archivio". La registrazione così come l'abbonamento alle nostre newsletter sono gratuiti).

Ben presto INTERVenti è riuscito ad attirare tra i giovani italiani di Monaco molti collaboratori di redazione entusiasti e motivati che hanno reso possibile negli otto anni di edizioni cartacee l'ampliamento in maniera sostanziale delle rubriche e dei temi trattati dal trimestrale. Ai temi sociali si sono aggiunti sempre di più quelli culturali e nuove rubriche (Trend, Dall'Italia, Cultura, Online, Salute, Gastronomia, Almanacco...). La lista aggiornata dei collaboratori di redazione è contenuta nell'impressum.

Come ci siamo finanziati? La pubblicazione del trimestrale è stata curata dall'INTERVenti-Verlag (casa editrice INTERVenti) di proprietà di Gianni Minelli e con sede a Gilching, allo stesso indirizzo del suo studio medico. Le spese di composizione grafica, stampa e spedizione sono state coperte attraverso le quote d'abbonamento (nel 2010 circa 400 abbonati con una tiratura di mille copie ad edizione), gli annunci pubblicitari, le vendite in edicole specializzate ma, soprattutto e in maniera determinante, attraverso i contributi del Ministero degli esteri alla stampa italiana all'estero (cosiddette "provvidenze"). Il lavoro dei collaboratori di redazione e degli autori è sempre avvenuto su base volontaria e senza alcuna retribuzione.

Dal 2005 INTERVenti ha iniziato a dedicarsi in modo particolare alla promozione e alla segnalazione degli artisti italiani di Monaco di Baviera (e dintorni) creando l'iniziativa "Almanacco": nel giornale è stata inserita una rubrica apposita, nella quale sono state pubblicate recensioni, segnalazioni di eventi e presentazioni degli artisti che hanno aderito all'"Almanacco". Sul sito web stata quindi curata una lista con nominativi, dati e link degli artisti. L'iniziativa dell'Almanacco è culminata con l'organizzazione di una festa della Cultura italiana in Baviera il 24 luglio del 2010 presso il locale Istituto Italiano di Cultura (vedi recensione).

A causa dei consistenti tagli alle "provvidenze" decisi nel 2010 ("decreto milleproroghe") ci siamo resi conto di non riuscire più a coprire le considerevoli spese della stampa del giornale e la redazione ha deliberato di continuare il suo lavoro attraverso la pubblicazione degli articoli SOLO sul sito web. Per questo motivo abbiamo deciso di utilizzare un sistema per la gestione dei contenuti "open source", attraverso il quale i collaboratori possano svolgere il lavoro di redazione direttamente sulla homepage. Questa scelta, resa necessaria a causa delle suddette limitazioni finanziarie, si è dimostrata assai presto una scelta vincente: abbiamo accorciato in maniera decisiva i tempi di pubblicazione passando dalle edizioni trimestrali su carta all'attuale spedizione mensile delle newsletter. La scelta è stata premiata dal riscontro di una grande quantità visite e di abbonamenti alle nostre newsletter. Inoltre è stata pubblicata sul sito web anche una cospicua scelta di articoli già usciti nelle edizioni cartacee del periodico i quali, riportando temi ancora attuali, hanno contribuito ad ampliare la quantità degli argomenti contenuti sul sito web.

La redazione di INTERVenti ringrazia l'internet-nauta che ha visitato il sito web della rivista, lo invita ad abbonarsi alle newsletter per ricevere gli aggiornamenti delle nuove pubblicazioni. A tutti auguriamo buona lettura!

 

La redazione di INTERVenti

Dettagli

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Dettagli

test test

Dettagli

Rubrica

Editoriali

Titolo

Editoriale

Sottotitolo




Autore

La redazione

Immagini


Stato correzione

g

Comunicazioni interne

 

Commenti e Risorse

 

Battute

 

 

 

 

 

 

 

 

Come è noto il Governo italiano ha deciso di ridurre drasticamente i contributi per quelle voci che non sono ritenute così indispensabili come la cultura. Questa è stata colpita in diversi aspetti. In primis nei finanziamenti a scuole e università, ma anche in attività ritenute “secondarie” quali teatro, musica e stampa. Si affaccia il sospetto che dietro tale decisione vi sia la volontà di colpire e limitare tutto ciò che può essere strumento di critica e contestazione all’operato del governo.

La legge “milleproroghe” ha colpito anche la stampa estera, dimezzandone i finanziamenti. I tagli hanno riguardato ben 150 testate che danno voce agli italiani all’estero. Il nostro giornale non ha fatto eccezione. Poiché il supporto cartaceo è diventato finanziariamente non più sostenibile, la redazione di INTERVenti ha deciso di continuare on line il proprio lavoro. Abbiamo approntato un sito web dinamico e interattivo con il quale intendiamo proseguire con rinnovato entusiasmo il servizio di informazione e di diffusione della cultura italiana “emigrata” a Monaco e in Baviera. Invitiamo calorosamente i nostri lettori a visitarci, a registrarsi gratuitamente e a leggerci on line.

In uno degli ultimi editoriali del 2010 abbiamo scritto che nella Roma barocca e papalina del XVI secolo la denuncia dei misfatti del potere aveva luogo attraverso le “Pasquinate”, dal nome dato alla vecchia statua divenuta poi simbolo parlante della satira politica più tagliente. Nell’era di internet chi impone il silenzio forzato non può sperare di farla franca. I tagli alla cultura e all’informazione non saranno dei bavagli. Non una, ma cento statue virtuali e parlanti, gemelle di Pasquino, verranno erette nei luoghi più disparati del pianeta, dove la lingua italiana ha bocche e orecchie e, con queste, motivi e ragioni per elevare la sua protesta. Una di queste statue è nata a Monaco di Baviera: www.interventi.net.

Editoriale 2011-1

Dettagli

Da giovane pensavo che l'idealismo, il progressismo, la tolleranza, l'amore, l'ugualianza fossero tutte qualità di cui non fossero i reazionari, i fascisti, i bigotti, proprio ricchi. La destra era superficiale, la sinistra profonda, la destra predicava la differenza, la sinistra l'egualianza. Gesù doveva essere il progenitore di tutti i socialisti...

Oggi se in Italia, in alcuni ambienti, ti scappa che da giovane avevi partecipato ai comitati di base al liceo, o che non hai fiducia e simpatia per Berlusconi rischi di essere bollato - in rosso - "di sinistra". E hai chiuso, loro storcono la bocca, ti guardano come corresponsabile di ingiustizie e bestialità, che il mondo ora va male è anche a causa tua. Una polluzione di preconcetti e pregiudizi?

Debbo dire la verità che tale superficialità mi sconcerta. Il rosso è il male al contrario dell'azzurro che è bene, la sinistra è la mano del diavolo, capace solo di fare sbagli. La destra è diritta e sicura.

La sinistra è insomma "sinistra", non c'è da fidarsi, è piuttosto da temersi.

Ma possibile che riesce a incantarci così? Ma sono tutte sole parole.

Effettivamente di personaggi "sinistri" ne girano effettivamente molti nel pd...

Ma scoprire che una parte della destra non è proprio così reazionaria, bigotta, "fascista", ma che anzi si pone dalla parte delle istituzioni, che ha coraggio, potrrebbe rischiare di essere bollata anche lei come "rossa" (pronunciato con disprezzo, "rossa")

 

La "sinistra" sinistra

Dettagli

Paolo Tatafiore


München

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.paolotatafiore.com

Regione provenienza: Campania

Descrizione attività: Pianista e Insegnante di Pianoforte

Dettagli

Luciano Saraceni

Lauingerstr. 21 - 80997 München

Cell.: 0170 387 56 77

Tel.: 089/141 43 60

Regione provenienza: Abruzzo

Descrizione attività: Belcanto (arie d’opera, canzoni)

Dettagli

Danilo e Silvana Quarta

 

Gruppo: Note di Quarta

Cell.: 0172/8157028

Tel.: 08131/339585

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.notediquarta.de

Regione provenienza: Sicilia

Descrizione attività: Musica da ballo, da ascolto per allegre serate
Musica italo-ispano sudamericana

Intervista su INTERVenti 2008-4

Dettagli

Giampiero Lucchini


Gruppo: Duosolemio e Triosolemio

Weidenstr. 18 a - 86343 Königsbrunn

Cell.: 0172/8207701

Tel.: 08231/32882

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.lucchini.de

Descrizione attività: Musica per tanti gusti

Dettagli

Giuseppe Del Duca

 


 

Gruppo: Il duo italiano, Canta Napoli, Jazz Napoli Tenore Giuseppe Del Duca

 

Terofalstrasse 83 - 80689 München

Cell.: 0173/3647668

Tel.: 089/54637435

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.giuseppe-del-duca.de

Regione provenienza: Campania

Descrizione attività: Tenore. Concerti di arie d’opera, canzoni italiane e napoletane con diversi tipi di accompagnamento.Serate di intrattenimento con chitarra o chitarra e mandolino

Intervista su INTERVenti 2005-4

Intervista su INTERVenti 2009-1

Dettagli

Alessandro De Santis

 


Gruppo: De Santis Soul

Cell.: 0160/4306111

Tel.: 089/7693484

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.alessandrodesantis.de

Regione provenienza: Lazio

Descrizione attività: Musicista jazz e insegnate di sassofono

Intervista su INTERVenti 2007-2

Dettagli

Serena Chillemi

Cell.: 0 176 21 30 27 22

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.myspace.com/serenachillemi

Regione provenienza: Sicilia

Descrizione attività: Pianista concertista e insegnante di pianoforte

Intervista su INTERVenti 2010-3

Presentazione del CD "Solopiano"

Dettagli

Alfio Laudani

Alfio e le Due Sicilie

Cell.: 0176/65538428

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Descrizione attività: Cantante, batterista, chitarra

Regione provenienza: Sicilia

Musica Folk del Sud Italia (Napoli e Sicilia)

Dettagli

Barbato Bruno

Gruppo: Eco di Napoli

“Bei Bruno”, Schöngeisingerstr. 8 - 82256 Fürstenfeldbrück

Cell.: 0160/8436901

Tel.: 08141/356035 begin_of_the_skype_highlighting 08141/356035 end_of_the_skype_highlighting

Sito web: www.beibruno.de

Regione provenienza: Campania

Descrizione attività: Compositore (Musica classica napoletana),
paroliere, fisarmonicista, disegnatore, architettura, gastronomo

Dettagli

Michele Barretta

Cell.: 0172-86 41 896

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.barrettamusic.com

Regione provenienza: Calabria

Descrizione attività: Cantante

 

   

Abbiamo 116 visitatori e nessun utente online